Mazzarri: "Per il Napoli e' una stagione positiva" | TuttoNapoliClub.com
 




ricerca avanzata


newsletter on/off






















 


register now
lost password
registered users

RadioPrimaRete
MediaCalcio
SoloCalcioNapoli
VideoAzzurri
UltraNapoli
PuntersRealm
AmoNapoli
CittàNapoli
GioielliFatati
NapoLive
PianetaTennis
ClubAzzurro
FunclubCasertana
NapoliFans
NapoliUniversal
SoccerFame
FaceNapoli
AmiciDelNapoli
EnciclopediaGiallorossa
IAmNaples
AmoreAzzurro
AngoloNapoli
BestNapoli
CalcioA5Campania
CalcioNapoliNews
ClubNapoliOstia
CuoreAzzurro84
EmanueleCalaiòForever
MovimentoNeoBorbonico
NapoliCalcio1926
NapoliClubMilano
Napoliens
NapoliMagazine
NapoliMeteo
NapoliSoccer
NapoliTifoSano
OnlyNapoli
PochoLavezzi
ProFavaraCalcio
SoloNapoli
Squartacus
SSCNapoli1926
SuperIezzo
SuperNapoli
TifiamoNapoli
TifosiNapoliBlogspot
TrovaGrifone
UltrasGirlsNapoli
UltrAzzurri
YouNapoli
NapoletanoSiNasce
MagicoNapoli


Links

Banner
TuttoNapoliClub







Visitatori online

Utenti registrati

Statistiche sito




TuttoNapoliClub.com, sito non ufficiale della Società Sportiva Calcio Napoli.

 

 
   
 

SITO OTTIMIZZATO PER UNA RISOLUZIONE VIDEO 1024 X 768

news


  • Mazzarri: «Per il Napoli è una stagione positiva»
Date: 14.05.2012 - 13:59
Author: Lucio M.
Links:


Hamsik, Dossena e Cannavaro: «Ora faremo di tutto per battere la Juve e vincere la Coppa Italia».


NAPOLI - Il bilancio di Walter Mazzarri è comunque positivo. Il Napoli ha fallito la qualificazione in Champions e l'anno prossimo giocherà in Europa League, ma soprattutto ha ancora da giocarsi la finale di Coppa Italia domenica con la Juve: «Noi non avevamo fissato nessun obiettivo, bisognava far bene, crescere. In Champions, abbiamo fatto molto bene quest’anno da tutti i punti di vista. Dispiace aver perso a Bologna, ora lo possiamo dire, perché avremmo fatto qualcosa di veramente strabiliante se fossimo arrivati terzi. In quel momento avevamo il destino nelle nostre mani, quello è il vero rammarico perché ormai c’eravamo quasi arrivati e dispiace. Per il resto, è un’annata che va valutata appunto per tutti gli impegni che abbiamo portato avanti, nel modo in cui li abbiamo portati avanti, quindi da un punto di vista generale c’è da essere contenti. I fischi a Lavezzi? Io rido quando si vince. Oggi abbiamo vinto, non ci ho fatto caso. Quando sono concentrato in partita, di quello che succedi sugli spalti sinceramente me ne accorgo alla fine o all’inizio, quando si entra in campo. Siccome anche oggi abbiamo sofferto davanti ad un Siena che alla fine poteva quasi pareggiare, mi sarebbero girate le scatole se avessimo pareggiato e se avessimo buttato via anche oggi due punti. Il nostro obiettivo era arrivare più in alto possibile e quello dovevamo cercarlo, come promesso ai nostri tifosi, fino all’ultimo minuto. Anche oggi lo abbiamo fatto, anche se, e si è visto, alla 50/a partita per noi, non siamo stati lucidi, non siamo stati quelli che eravamo in un certo periodo dell’anno, come era prevedibile. Per noi non è ancora finita la stagione, c’è da fare la finale con le forze che abbiamo, cerchiamo di farla nei migliore dei modi e poi quando sarà chiusa l’annata, se mi verrà chiesto, dirò quello che penso su tutto. Nove punti in meno dall’anno scorso? I punti in meno sono dovuti alla Champions, l’anno scorso ho fatto l’Europa League con la seconda squadra. Quest’anno, facendo la Champions come l’abbiamo fatta, con le squadra contro cui l’abbiamo fatta, è normale che abbiamo lasciato tanti punti per strada. Problema caratteriale e fisiche è più caratteriale che fisico? Credo che sia un insieme di cose. Questa squadra non era ancora attrezzata. Le valutazioni delle rose vanno fatte con oggettività. Quest’anno è stata una grande stagione»

CANNAVARO - Soddisfatto anche Cannavaro: «Abbiamo vissuto un'annata bella e ricca di emozioni. Il Napoli è riuscito a battere tanti record. Ora vogliamo continuare a far bene, vincere un trofeo ci darebbe una carica pazzesca». Il difensore azzurro ha riportato una botta alla costa destra: domani effettuerà tutti gli accertamenti del caso: «Mi fa ancora male al costato, speriamo non ci sia nulla di rotto. Ci tengo a giocare la finale di Coppa».

HAMSIK - Positivo anche il bilancio di Hamsik: «E' stata lunga, ma sicuramente positiva. E non è ancora finita: vogliamo la Coppa Italia, daremo il massimo contro la Juventus che è la squadra più forte d'Italia. Il Siena? Eravamo concentrati sulla nostra partita, peccato per i risultati degli altri campi. Purtroppo abbiamo perso tanti punti, ricordo tra tutte la partita col Catania. Napoli è la mia seconda casa, vivrò cinque anni alla grande qui».

DOSSENA - Protagonista della serata è stato con una doppietta Dossena: «Ci aspetta un'altra settimana fondamentale, vogliamo la Coppa Italia. Peccato per la Champions, ci abbiamo provato fino alla fine, non è andata come volevamo. A Roma non sarà facile, la Juventus è in grande salute. Noi però daremo battaglia».



your comment
Name:
Enter Security Code
Security Code
IP-Adress: 54.196.24.103
options: • HTML is OFF • BBCode is ON • Smilies are ON